Oggi il Comune della Spezia ha comunicato ufficialmente l’assegnazione del bando per la gestione del Centro Allende alla società Art Park.
Siamo felici di comunicarvi che siamo una delle componenti del progetto! È molto bello essere parte di avventura ambiziosa e, ci auguriamo, di lunga durata.

Art Park è una società nuova.
Per partecipare al bando è stato pensato di creare una nuova società – di cui Artificio23 è uno dei partner – per due ragioni principali:
1) Si tratta di un progetto ambizioso (e anche piuttosto oneroso) che coinvolge molti soggetti. È stato deciso di creare uno strumento che potesse contenere tutti gli imprenditori che, in caso di assegnazione, avrebbero partecipato sia finanziariamente che con le loro competenze;
2) La nuova società potrà essere gestita in modo autonomo, con contabilità e personale esclusivamente dedicato, come questo progetto merita.

Art Park sta riunendo competenze spezzine di valore fatte anche da imprenditori di grande successo, che si impegnano a realizzare un progetto di qualità per la nostra città, con l’idea che possa crescere ed evolversi nel tempo.
Oltre ad Artificio23 vede coinvolti Cristiano Ghirlanda, imprenditore che, oltre ad amministrare Euroguarco Spa, ha lanciato attività legate al settore hospitality a Los Angeles, Londra, Tulum, Roma; Riccardo Lia imprenditore impegnato in Ifen spa che, da grande appassionato di musica, è entrato anche nelle compagini societarie di alcuni dei locali milanesi più innovativi come Santeria Social Club e Apollo; Nana Bianca, uno degli incubatori di start up più importanti d’Europa, di cui Paolo Barberis, spezzino, è uno dei co-founder. Advisor della nuova Società saranno Giorgia Bucchioni, imprenditrice, esperta del settore crocieristico; David Bogi, Direttore distribuzione internazionale e sviluppo business di Rai Com; gli Avvocati Andrea Corradino e Roberto Rio.

Avremo modo di tornare più avanti sui contenuti specifici (sono molti e meritano un approfondimento dettagliato e diluito nel tempo).
Riassumendo molto, sono quattro i “pilastri” su cui si regge la nuova “costruzione”:
cultura e intrattenimento
spazio coworking e sviluppo di progetti digitali
– progetti dedicati a bambini, famiglie e turisti
valorizzazione dei prodotti enogastronomici con proposte food e beverage, coinvolgendo anche realtà territoriali
Tutto ciò all’interno di un piano di ristrutturazione edilizia degli spazi interni ed esterni piuttosto profondo e curato.

Sarà molto bello intraprendere questo percorso con i nostri nuovi compagni di avventura e il contributo di idee di chi si sentirà di consigliarci. Il cantiere si è appena aperto!
Presto aggiornamenti e notizie, anche su appuntamenti a breve termine…stay tuned!